Il Bivacco Strada del Molinaccio, 10 Presso Agriturismo La Pulledraia - Alberese (Gr)

Il dizionario dei Butteri

 

La giornata del buttero cominciava prima del levar del sole quando si recava ai mandrioli per prendere la cavalcatura che poteva scegliere tra le tre o quattro a sua disposizione.

 

Il lavoro vero e proprio si svolgeva nei grandi recinti dove pascolavano i branchi di bestie da dover controllare, contare, spostare ed eventualmente recuperare nella folta macchia mediterranea che il buttero doveva conoscere a menadito.

 

Non vi erano giornate facili, ma in alcuni momenti dell'anno il lavoro si faceva ancora più duro, erano questi i periodi delle "figliature", della "spocciatura", della merca e della doma dei puledri bradi.

 

Oggi il lavoro dei pochi butteri rimasti è molto cambiato ma è sempre al Buttero che spetta il compito di mantenere vive le tradizioni della Maremma.

Il Glossario

A

B

C

D

E

F

G

H

I

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

Z

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

inizio

A

ACCODATURA
uso della coda del cavallo per traino.

 

ACCORATORA
allacciatura fatta ai bovini.

 

AFFIENARE
spargere il fieno all'aperto a piccoli mucchi per il bestiame

 

AMMARRONARE
usare il marrone nella doma del puledro.

 

APPALLINARE
legare con la lacciara una bestia al pallino della sella

 

ARMARE
bardare, mettere sella e finimenti al cavallo.

 

ARMATURA
bardatura del cavallo

 

ASSOLARE
cavalcare il puledro in fase di donna senza il marrone.

 

AUCCO
urlo tipico del buttero per chiamare il bestiame.

 

 

B

BATTIFANGO
camarra di cuoio che unisce il pettorale al sottopancia.

 

BARDELLA
sella viterbese.

 

BARDELLINO
guarnizione della sella buttera CoI pallino.

 

BARDELLONE
bardella da doma.

 

BATTIPETTO o SCACClAMOSCHE
fregio in cuoio del pettorale.

 

BERTA

riscontro che serve per legare la lacciara nella sella col pallino.

 

BESTIAIO

operaio che lavora con il bestiame.

 

BIRRACCHIO o MANZINARO

maschio vaccino dì uno o due anni.

 

BISACCE

borse per sella da lavoro

 

BORCHIATELLA

barbozzale.

 

BORELLI

appoggi anteriori nella sella buttera.

 

BORRONI

appoggi posteriori nella sella buttera.

 

BRIGLIA ASCIUTTA

fase della doma in cui si passa dal mazzetto alla briglia sola.

 

BUTTERO

cavalcante che accudisce al bestiame.

 

C

CAMARRA
cinghia in cuoio tra sottopancia e testiera per inpedire alzarsi della testa.

 

CAMARRO

bue vecchio.

 

CAMPANARA

bestia anziana che guida il branco.

 

CAPARE
scegliere e togliere dal branco.

 

CAPEZZONE

Finimento in cuoio con due redini di corda per la prima domatura.

 

CAPEZZA DA GIRO

usata per girare i puledri alla staggia.

 

CAROSO

puledro di uno o due anni già marcato.

 

CATANA

tascapane in cuoio con tracolla.

 

CAVALCANTE

addetto al bestiame equino.

 

CAVALCATURA

cavallo domo da servizio.

 

CAVALLAROdomatore di cavalli.

 

CERATA

impermeabile fatto a mano di lino impermeabilizzato con olio di lino cotto.

 

CERRATA

bastone usato per i buoi.

 

CODALE

accessorio della sella da lavoro.

 

CONTA

inventano del bestiame brado.

 

COTRAPPASSO

andatura particolare del cavallo da servizio in quattro tempi.

 

CROGNOLO

legno usato per i bastoni

 

COSCIALI o GUARDAMACCHIA

sovracalzoni in pelle o pelo  animale

 

G

GIUDICE

palo al centro del tondino.

 

GUARDIANO

guardia giurata addetta alla sorveglianza.

 

GUIDARELLO

cavallo castrato che guida il branco.

 

I

IMPASTOIARE

legare le zampe con laccio.

 

INCASTRINO

corridoio di filagne molto stretto.

 

INCHIODATURA

ferita provocata dal chiodo nella ferratura.

 

INCORNATURA

disposizione delle corna in bestia vaccina.

 

INTAVOLATO

cavallo che non gira ad una mano.

 

L

LACCIAIA

corda per catturare gli animali.

 

LASCO

terreno umido con vegetazione.

 

LATTARINO

puledro di 1 anno.

 

LESTRA

capanno primitivo di frasche.

 

M

MANDRIOLO

recinto chiuso adiacente al rimessino.

 

MANDRIONE

serrata per il pascolo.

 

MANSO

cavallo affidabile.

 

MARRONE

cavallo castrato a servizio per la doma dei puledri.

 

MASSARO

capo del bestiame.

 

MASSERIA

azienda agricola intera.

 

MAZZARELLA

bastone nella maremma laziale,

 

MAZZETTO

insieme delle redini del capezzone e della briglia.

 

MERCA

marchiatura a fuoco.

 

MERCO

marchio in ferro cm le iniziali del proprietario o anno di mecca.

 

O

OMO Dl LEGNO

palo al centro del tondino nel Lazio.

 

P

PALLINO

pomo nella sella maremmana toscana.

 

PARATA

fermata improvvisa nel cavallo.

 

PASSONATA

staccionata i. legno.

 

PANTASCE

grassella.

 

PASTOIA o PASTORELLE

laccio con cui si legano le zampe del bestiame.

 

PETTORALE

finimento delta sella da lavoro.

 

PEZZATA

pietanza viterbese fatta con carne di pecora.

 

PORTANTE

andatura in due tempi dovuta al movimento alternato dei bipiedi laterali.

 

PUNGOLO

bastone per buoi.

 

PUNTA

razzetta di cavalla con stallone.

 

R

RIARTO

raduno di cavalcanti.

 

RIBUTTATO

cavallo che ha acquisito difetti nel corso della doma.

 

RICHIESTA

giro di controllo quotidiano del bestiame fatto dal buttero.

 

RIMESSA

serrata per pascolo.

 

RIMESSINO o TONDINO

recinto poligonale per la doma.

 

ROCCIA

anello in ferro per la chiusura dei cancelli.

 

S

SBARDELLARE

essere disarcionato.

 

SBRIGLIATURA

fase della doma in cui si usa la briglia asciutta.

 

SCAFARDA

sella militare da batteria, usata nel Grossetano.

 

SCAFATURA

muta del pelo.

 

SCALAROLA

chiusura mobile di un recinto fatta di filo di ferro.

 

SCIARMARE

togliere la bardatura.

 

SCOZZONARE

prima fase di doma.

 

SCOZZONATORE

chi monta in sella la prima volta.

 

SCUCITA

bestia con brutte forme.

 

SFROCIARE

brontolio con le narici nel cavallo.

 

SPOCCIATURA

svezzamento a sei sette mesi.

 

SMACCHIARE

portare il bestiame fuori dalla macchia.

 

SMONTONATA

sgroppata violenta.

 

SODA

bestia non gravida.

 

SOTTOCODA

Codale.

 

SQUINZAGLIO

sassiga nelle selle da lavoro.

 

STACCA

cavalla di tre o quattro anni.

 

STACCIONE

palo al centro del rimessino.

 

STACCIONATA

recinzione in legno.

 

STRINGERE

radunare i cavalli.

 

SUSTE

redini del capezzone.

 

U

UNCINO

bastone del Buttero nel Grossetano.

 

V

VERTE

bisaccia tipica del Viterbese.

 

 

i Termini sono tratti dal

Manuale di Monta Maremmana

 

a cura di:

Italo Molinari - Marino Mancini - Antonio Bonelli - Fabio Sabatini